I Regolamenti delle FSN per Impianti e Attrezzature

Questa è una pagina di guida alla ricerca dei regolamenti impiantistici delle Federazioni Sportive Nazionali affiliate al CONI ed al Comitato Italiano Paralimpico. Poiché non possiamo garantire l’aggiornamento in tempo reale dei dati, consigliamo di verificare l’esistenza di possibili aggiornamenti dei regolamenti e delle procedure contattando la Federazione.

ACI Automobile Club d’Italia
AECI Aero Club d’Italia
FCI Federazione Ciclistica Italiana
FGI Federazione Ginnastica d’Italia
FIB Federazione Italiana Bocce
FIBA Federazione Italiana Badminton
FIBS Federazione Italiana Baseball Softball
FIC Federazione Italiana Canottaggio
FICK Federazione Italiana Canoa Kayak
FICR Federazione Italiana Cronometristi (nessun impianto)
FIDAL Federazione Italiana Atletica Leggera
FIDASC Federazione Italiana Discipline Armi Sportive da Caccia
FIDS Federazione Italiana Danza Sportiva
FIG Federazione Italiana Golf
FIGC Federazione Italiana Giuoco Calcio
FIGH Federazione Italiana Giuoco Handball
FIGS Federazione Italiana Giuoco Squash
FIH Federazione Italiana Hockey
FIJLKAM Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali
FIM Federazione Italiana Motonautica
FIN Federazione Italiana Nuoto
FIP Federazione Italiana Pallacanestro
FIPAV Federazione Italiana Pallavolo
FIPE Federazione Italiana Pesistica
FIPM Federazione Italiana Pentathlon Moderno
FIPSAS Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee
FIR Federazione Italiana Rugby
FIS Federazione Italiana Scherma
FISE Federazione Italiana Sport Equestri
FISG Federazione Italiana Sport del Ghiaccio
FISI Federazione Italiana Sport Invernali
FISR Federazione Italiana Sport Rotellistici
FISW Federazione Italiana Sci Nautico e Wakeboard
FIT Federazione Italiana Tennis
FITA Federazione Italiana Taekwondo
FITARCO Federazione Italiana Tiro con l’Arco
FITAV Federazione Italiana Tiro a Volo
FITET Federazione Italiana Tennistavolo
FITRI Federazione Italiana Triathlon
FIV Federazione Italiana Vela
FMI Federazione Motociclistica Italiana
FMSI Federazione Medico Sportiva Italiana (nessun impianto)
FPI Federazione Pugilistica Italiana
UITS Unione Italiana Tiro a Segno

 

FCI Federazione Ciclistica Italiana
FIB Federazione Italiana Bocce
FIBA Federazione Italiana Badminton
FIC Federazione Italiana Canottaggio
FICK Federazione Italiana Canoa Kayak
FIPAV Federazione Italiana Pallavolo
FIPE Federazione Italiana Pesistica
FIS Federazione Italiana Scherma
FISE Federazione Italiana Sport Equestri
FISG Federazione Italiana Sport del Ghiaccio
FIT Federazione Italiana Tennis
FITA Federazione Italiana Taekwondo
FITARCO Federazione Italiana Tiro con l’Arco
FITAV Federazione Italiana Tiro a Volo
FITET Federazione Italiana Tennistavolo
FITRI Federazione Italiana Triathlon
FIV Federazione Italiana Vela
UITS Unione Italiana Tiro a Segno

FINP Federazione Italiana Nuoto Paralimpico
FIPIC Federazione Italiana Pallacanestro in carrozzina
FISDIR Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva e Relazionale
FISIP Federazione Italiana Sport Invernali Paralimpici
FISPES Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali
FISPIC Federazione Italiana Paralimpica Sport per Ipovedenti e Ciechi
FIWH Federazione Italiana Wheelchair Hockey
FPICB Federazione Paralimpica Italiana Calcio Balilla
FSSI Federazione Sport Sordi Italia

 

Fonte: http://www.scais.it/norme-e-leggi/normative-federali/

CdS-Design

Legge n. 81 “Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato”

In Gazzetta la Legge 22 maggio 2017, n. 81 “Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato”, in vigore dal 14 giugno 2017. Si tratta della Legge che riforma la tutela del lavoro autonomo e introduce forme di flessibilità come il lavoro agile (o Smart Working) 

Fra le novità per i lavoratori autonomi si segnalano:

  • la tutela del lavoratore autonomo nelle transazioni commerciali;
  • le clausole e le condotte abusive;
  • la normativa sulle invenzioni del lavoratore;
  • la deducibilità delle spese di formazione e l’accesso alla formazione permanente;
  • la DIS-COLL che dall’1 luglio 2017 diventa strutturale ed è estesa agli assegnisti ed ai dottorandi di ricerca con borsa di studio;
  • le novità in materia di maternità e congedo parentale, malattia ed infortunio;
  • la possibilità per il lavoratore di sospendere il rapporto per massimo centocinquanta giorni per anno solare in caso di gravidanza, malattia e infortunio purché permanga l’interesse del committente alla prestazione;
  • la modifica alla definizione della collaborazione coordinata e continuativa.

Per quanto concerne, invece, la normativa sul lavoro agile, la Legge n. 81 del 22 maggio 2017 si sofferma non solo sulla definizione e sulle modalità di esecuzione della prestazione, ma anche su:

  • forma e recesso;
  • trattamento, diritto all’apprendimento continuo e certificazione delle competenze del lavoratore;
  • potere di controllo e disciplinare;
  • sicurezza sul lavoro;
  • assicurazione obbligatoria per gli infortuni e le malattie professionali.

Scarica il file PDF:

81-2017-legge-Jobs-act-Lavoro-autonomo-e-lavoro-agile

Convegni… La certificazione Play Sure Doping Free: la prima certificazione al mondo contro il doping e per l’etica sportiva

23/02/17

Bureau Veritas in collaborazione con Confederazione dello Sport e con la partecipazione di L.A.M.I.C.A. (Libera Associazione Medici Italiani del Calcio), AGENZIA REGIONALE PER LE UNIVERSIADI NAPOLI 2019 e Associazione No Doping Life organizza un seminario gratuito dedicato alla certificazione Play Sure Doping Free.
La diffusione sempre più ampia di integratori, alimenti e farmaci finalizzati a migliorare le prestazioni fisiche o anche solo a fornire all’organismo un migliore ”assetto”, ha contribuito a rendere labile il confine tra i prodotti non dannosi per la salute e il doping.

Dalla collaborazione tecnica fra l’associazione no profit No Doping Life e Bureau Veritas Italia, nasce il primo concreto tentativo di garantire la formulazione di alimenti e prodotti, attraverso una corretta informazione, non solo agli sportivi, ma a tutti i soggetti che vogliono evitare sostanze proibite
L’Associazione No Doping Life ha redatto un disciplinare tecnico in base al quale rilascia una certificazione alle aziende che vi aderiranno e ne rispetteranno i requisiti. Bureau Veritas è il partner tecnico per l’esecuzione delle verifiche alle Organizzazioni richiedenti la certificazione.
Al termine dell’iter ed ottenimento del certificato, l’Azienda può acquistare il diritto ad utilizzare il marchio di Doping Free S.A. per i propri prodotti.La certificazione Play Sure Doping Free ha l’obiettivo di valorizzare le imprese che si impegnano a garantire per i propri consumatori/clienti la diffusione di sostanze non dopanti, attraverso un insieme di azioni che consentano il controllo dei processi.

Per maggiori informazioni visita il sito: http://www.bureauveritas.it/home/news/events/evento-cer-certificazione-play-sure-doping-free-20170221

Leggi l’articolo: http://www.meridonarenews.it/articolo/sport-nasce-la-certificazione-play-sure-doping-free

Nasce EBISport, l’Ente bilaterale del CCNL per i dipendenti degli impianti ed attività sportive profit e no profit

L’8 febbraio in Roma, con la firma delle parti sociali, Confederazione Italiana dello Sport,  SLC– CGIL, FISASCAT –CISL e UILCOM– UIL, firmatarie del CCNL per i dipendenti degli impianti ed attività sportive profit e no profit, è stato costituito l’Ente bilaterale EBISport.

La Presidenza di EBISport è stata assunta da Luca Stevanato ( Presidente della Confederazione Italiana dello Sport), il quale sarà affiancato dal Vice Presidente Fabio Scurpa.

“Abbiamo un clima di fattiva collaborazione – annuncia soddisfatto il Presidente di EBISPort Luca Stevanato – per portare nel comparto opportunità di lavoro tutelate. Obiettivo principale dell’Ente sarà quello di spostare i normali confini della bilateralità verso un orizzonte condiviso di opportunità di crescita del settore.”

“EBISport nasce dalla volontà comune –  commenta il Vice Presidente Fabio Scurpa – di creare un ente bilaterale che mancava al settore. Con questo accordo l’apprendistato professionalizzante, il monitoraggio del mercato del lavoro nel settore, i progetti di formazione e l’incontro tra domanda ed offerta di lavoro, saranno obiettivi raggiungibili.”

“Per questo ringraziamo – conclude il Presidente Luca Stevanato – tutte le parti sociali e coloro che hanno collaborato al raggiungimento di un traguardo che mancava dal 2009.”

Visita il sito:

www.ebisport.it

Massima cura per il Terzo settore e priorità alle organizzazioni “fuori sede”

L’Agenzia punta alla salvaguardia delle attività di particolare rilevanza sociale, come quelle rivolte alla cura di anziani e persone svantaggiate ovvero dedite alla formazione sportiva dei ragazzi. L’azione di controllo si concentra quindi sul contrasto alle false realtà “non profit”, ossia dei soggetti che, pur dichiarando scopo non lucrativo, operano sul mercato svolgendo di fatto attività commerciale oppure prendono parte a fenomeni di frode in campo immobiliare o di false fatturazioni. In questo contesto, i controlli del 2016 daranno prioritaria attenzione alle organizzazioni che non hanno sede legale sul territorio nazionale.
Cambia la lotta all’evasione e a metterlo nero su bianco è una circolare di programma diffusa pochi minuti fa dall’Agenzia delle Entrate [1]. Anche al fine di fornire un’immagine diversa del fisco ai contribuenti, verranno da oggi abbandonati i recuperi solo formali e quelli per importi esigui che, oltre a creare inefficienza e ad aggravare di spese inutili l’erario, danno una percezione errata dell’operato dell’Agenzia. Al contrario, saranno al centro della nuova strategia di contrasto solo le evasioni più gravi e le frodi. Il tutto grazie a tecniche innovative che faranno soprattutto ricorso a un più intenso utilizzo delle banche dati e all’incrocio dei dati tra le pubbliche amministrazioni.

Le intenzioni per il 2016-2017 dell’amministrazione finanziaria sono raggruppate in nove punti d’azione, rappresentati in un documento di ben 36 pagine disponibile qui come allegato.

Terzo settore

Maggiore salvaguardia per le attività di rilievo sociale, come quelle rivolte alla cura di anziani e persone svantaggiate ovvero dedite alla formazione sportiva dei ragazzi. L’azione di controllo si concentra quindi sul contrasto alle false realtà “non profit”, ossia dei soggetti che, pur dichiarando scopo non lucrativo, operano sul mercato svolgendo di fatto attività commerciale.

  • 1
  • 2